Generailtà e studi sull'Agaricus blazei Murrill

GENERALITÀ SULL’AGARICUS BLAZEI MURRILL
Fin dall'inizio della nostra civiltà, l'uomo ha usato funghi per produrre farmaci e cibi fermentati. Nell'antico Egitto, la fermentazione era considerato un regalo degli dei, proprio come nell'antica Roma. Gli asiatici attribuiscono proprietà curative ai funghi e ci sono rapporti dell’antica Cina, risalenti al 500 a.C., sulle proprietà medicinali e anti-cancro degli estratti di Ganoderma, tramandati di generazione in generazione. Nel ventesimo secolo, i ricercatori giapponesi hanno dimostrato gli effetti benefici di un fungo brasiliano, più tardi identificato come Agaricus blazei Murill (AbM), che ha guadagnato rapidamente l'attenzione del mondo scientifico. Agaricus blazei Murill, che significa “fungo di Dio”, è un fungo commestibile medicinale originariamente trovato in un piccolo villaggio di Piedade, nella regione montuosa vicino a São Paulo, Brasile. L'assenza di malattie gravi negli anziani e la longevità della popolazione ha sorpreso i ricercatori che hanno supposto che ciò era dovuto all’AbM che faceva parte del regime alimentare di questa popolazione.

L’AbM è stato tradizionalmente usato per la prevenzione del cancro; i presunti effetti anti-cancro hanno scatenato l'interesse di scienziati che hanno deciso di studiare l’AbM attraverso un rigoroso esame scientifico. Una serie di studi di laboratorio raccolti in tutto il mondo hanno dimostrato proprietà anti-cancro dell’AbM e il suo impatto sul sistema immunitario[1-8]. È anche usato per trattare un'ampia varietà di malattie compreso epatite cronica[9-10], allergie[11] e asma[12].

Contiene una grande quantità di polisaccaridi come β-1,6-glucano, α-1,6 e α-1,4-glucano, glucomannano, β-1,3-glucano e altro ancora. I β-glucani sono molto diversi in dimensioni e struttura e quindi posseggono capacità immunomodulanti variegata. Un gruppo di ricerca della Mie University School of Medicine ha dimostrato che, tra i vari funghi indicati contro il cancro, l’Agaricus è il più potente. Esso, infatti, esercita un danno diretto sulle cellule tumorali proteggendo, contemporaneamente le cellule sane. I polisaccaridi, riccamente contenuti nel fungo, sono in grado di attivare una potente risposta immunitaria che si esplica a vari livelli sull’inibizione della crescita neoplastica; nello specifico l’Agaricus attiva i linfociti T, i macrofagi, le cellule Natural Killer e stimola la produzione in interferone gamma e di alcune interleuchine bloccando, quindi, la crescita delle cellule tumorali (Biogrup srl, 2011. Oncophytoterapia, Manuale di fitoterapia oncologica. OfficineNaturali. 46-47).

Fonti bibliografiche.

1. Fujimiya Y, Suzuki Y, Katakura R, Ebina T. Tumor-specific cytocidal and immunopotentiating effects of relatively low molecular weight products derived from the basidiomycete, Agaricus blazei Murill. Anticancer Res 1999; 19:113-118.
2. Ebina T, Fujimiya Y. Antitumor effect of a peptide-glucan preparation extracted from Agaricus blazei in a double-grafted tumor system in mice. Biotherapy 1998; 11:259-265.
3. Gonzaga ML, Bezerra DP, Alves AP, de Alencar NM, Mesquita RO, Lima MW, Soares SA, Pessoa C, de Moraes MO, Costa-Lotufo LV. In vivo growth-inhibition of Sarcoma 180 by an alpha-(1-->4)-glucan-beta-(1-->6)-glucan-protein complex polysaccharide obtained from Agaricus blazei Murill. Nat Med(Tokyo) 2009; 63:32-40.
4. Gu Y, Fujimiya Y, Itokawa Y, Oshima M, Choi JS, Miura T, Ishida T. Tumoricidal effects of beta-glucans: mechanisms include both antioxidant activity plus enhanced systemic and topical immunity. Nutr Cancer 2008; 60:685-691.
5. Kawagishi H, Inagaki R, Kanao T, Mizuno T, Shimura K, Ito H, Hagiwara T, Nakamura T. Fractionation and antitumor activity of the water-insoluble residue of Agaricus blazei fruiting bodies. Carbohydr Res 1989; 186:267-273.
6. Ohno N, Furukawa M, Miura NN, Adachi Y, Motoi M, Yadomae T. Antitumor beta glucan from the cultured fruit body of Agaricus blazei. Biol Pharm Bull 2001; 24:820-828.
7. Yu CH, Kan SF, Shu CH, Lu TJ, Sun-Hwang L, Wang PS. Inhibitory mechanisms of Agaricus blazei Murill on the growth of prostate cancer in vitro and in vivo 2. J Nutr Biochem 2008.
8.Fujimiya Y, Suzuki Y, Oshiman K, Kobori H, Moriguchi K, Nakashima H, Matumoto Y, Takahara S, Ebina T, Katakura R. Selective tumoricidal effect of soluble proteoglucan extracted from the basidiomycete, Agaricus blazei Murill, mediated via natural killer cell activation and apoptosis. Cancer Immunol Immunother 1998; 46:147-159.
9.Grinde B, Hetland G, Johnson E. Effects on gene expression and viral load of a medicinal extract from Agaricus blazei in patients with chronic hepatitis C infection. Int Immunopharmacol 2006; 6:1311-1314.
10.Hsu CH, Hwang KC, Chiang YH, Chou P. The mushroom Agaricus blazei Murill extract normalizes liver function in patients with chronic hepatitis B. J Altern Complement Med 2008; 14:299-301.
11.Ellertsen LK, Hetland G. An extract of the medicinal mushroom Agaricus blazei Murill can protect against allergy. Clin Mol Allergy 2009; 7:6.
12.Takimoto H, Kato H, Kaneko M, Kumazawa Y. Amelioration of skewed Th1/Th2 balance in tumor-bearing and asthma-induced mice by oral administration of Agaricus blazei extracts. Immunopharmacol Immunotoxicol 2008; 30:747-760.

 

STUDI SULL’AGARICUS BLAZEI MURRILL

Di seguito vi sono i vari studi sull’attività e l’efficacia del fungo AbM in vari supporti:

1. Fungo Medicinale Agaricus blazei Murrill: revisione della letteratura e problematiche farmaco-tossicologiche.

2. Attività anti-infiammatoria dell’estratto acquoso e alcalino dell’Agaricus blazei.


3. Azione dell’estratto di Agaricus blazei Murrill nella risposta immunitaria.