Polyporus umbellatus

L'uso tradizionale ed etnofarmacologia

I funghi commestibili e medicinali sono parte integrante delle medicine naturali e sono stati utilizzati per millenni per prevenire o curare varie patologie; il Polyporus umbellatus è uno dei funghi medicinali più usati e preziosi. Il corpo fruttifero di questo fungo è commestibile, mentre lo sclerozio sotterraneo è conosciuto per il suo valore medicinale. Il Polyporus umbellatus è stato usato, come una medicinale naturale in Cina, per più di 2500 anni, tanto da farlo risalire alla dinastia Han (Gu, 2007). E 'stato descritto in un paio di famosi libri di medicina cinese: Shen Nong's Herbal Classic (Shen Nong Ben Cao Jing), Chinese Materia Medica (Zhong Hua Ben Cao), Treatise on Cold Pathogenic Diseases (Shang Han Lun) e Compendium of Materia Medica (Ben Cao Gang Mu) (Nanjing University of Chinese Medicine, 2005). Vari libri antichi segnalano l’utilizzo del Polyporus umbellatus per il trattamento di edema e promuovere il processo diuretico. È stato anche iscritto nella farmacopea cinese (edizione 2010) e applicato come un medicinale della tradizione cinese (MTC) per il trattamento di edema, nefrite e diarrea acuta (The State Pharmacopoeia Commission of PR China, 2010). Inoltre, è stato anche utilizzato come medicinale tradizionale in Giappone, in India e in altri paesi, per secoli, per curare l'edema, grazie alle sue spiccate proprietà diuretiche (Nanjing University of Chinese Medicine, 2005).

Molti preparati medici contenenti Polyporus umbellatus, come Wulingsan (WLS), Choreito, CGX, Khz, Sairei -to e Yinchenwuling San, sono stati utilizzati per il trattamento di varie malattie renali in Cina, Giappone, India e altri paesi (Wang e Su 1965; Chen et al., 2007; Shin et al., 2010; Wang et al. 2010 Kitamoto, 2011; Ahn et al., 2012a, 2012b; Kawashima et al., 2012; Kim et al., 2012). Queste prescrizioni hanno mostrato un'eccellente efficacia in applicazioni cliniche; inoltre, non ci sono stati effetti collaterali o segnalazioni di tossicità in molti anni di ricerca su questo fungo (Tumor Group of Traditional Chinese Medicine Research Institute, 1979). C'è stato un interesse globale su questo fungo, come testimoniano i numerosi studi negli ultimi anni. Il Polyporus umbellatus è comunemente usato per il trattamento di edema e promuovere il processo diuretico (Wang et al., 1964; Zhang et al., 2010a). Inoltre, le proprietà anti-tumorali dei polisaccaridi di questo fungo stati ben documentati da oltre 40 anni (Miyazaki e Oikawa, 1973; Miyazaki et al., 1978) . Negli ultimi anni, ha anche dimostrato di possedere proprietà antiossidanti, di migliorare l’attività del sistema immunitario e di favorire la crescita dei capelli (Inaoka et al., 1994; Yang et al., 2004 ; Sekiya et al., 2005).

Tassonomia, distribuzione e diffusione

Il Polyporus umbellatus, noto anche come Grifola umbellata, Zhuling in cinese e Chuling in giapponese, appartiene alla famiglia delle Polyporaceae nella classe dei Basidiomiceti ed è un fungo decompositore del legno. Lo sclerozio può sopravvivere nel terreno per lunghi periodi di tempo e, in condizioni adeguate, produce nuovi sclerozi direttamente dai vecchi (Xing et al., 2011). In natura, si trova sul terreno intorno alle radici degli alberi, alla base di ceppi o in crescita dal legno, sottoterra. Lo sclerozio si ripartisce sulla superficie più vicina al suolo, come ad esempio 10-15 cm sotto di essa, e raramente si trova sotto di 30 cm, sia nelle foreste di latifoglie sia di conifere in Asia, Europa, America del Nord e nelle regioni temperate dell'emisfero settentrionale (Chen e Chen, 2000; Zhao, 2010a).

E ' ormai noto che la crescita dello sclerozio di Polyporus umbellatus dipende da un rapporto simbiotico con la foresta e il fungo patogeno Armillariella mellea (syn. Armillaria mellea) (Guo e Xu, 1992). Si presume che lo sclerozio forma una massa indurita di micelio quando l'organismo è sottoposto a dure condizioni ambientali di siccità, freddo, deplezione nutrizionale o altre condizioni che sono ostili alla crescita (Cheng et al. , 2006). È stato ben documentato che in condizioni selvatiche, lo sclerozio di Polyporus umbellatus non può crescere e produrre nuova sclerozi in assenza di un ceppo di Armillariella mellea e che l'interazione e rapporto nutrizionale tra i due funghi è un sottile rapporto di simbiosi (Guo e Xu, 1992). L’Armillariella mellea aderisce e invade lo sclerozio di Polyporus umbellatus e successivamente assorbe sostanze nutritive dal micelio. Allo stesso tempo, parte della massa fungina di Armillariella mellea è digerita dallo sclerozio di Polyporus umbellatus come fonte di nutrienti (Guo e Xu, 1992; Choi et al., 2003; Xing et al., 2012). In altre parole, l’Armillariella mellea può rifornire lo sclerozio del Polyporus con sostanze nutritive dopo la simbiosi sottile che si è formata tra i due funghi. Così, è stato suggerito che l’Armillariella mellea formi un forte e speciale rapporto simbiotico con questo fungo. Sulla base di questo rapporto nutrizionale, lo sclerozio è state coltivato in aziende agricole cinesi con infezione artificiale di Armillariella mellea (Xing e Guo, 2005). D'altra parte, la letteratura ha descritto che lo sclerozio di Polyporus umbellatus si formi aderendo alle radici delle specie viventi decidue appartenenti a Quercus e Alnus (Imazeki e Hongo, 1965). Un’altra letteratura fa riferito che, oltre all’Armillariella mellea, altre specie di Armillaria, come Armillaria sinapina, Armillaria calvescens, Armillaria gallica , Armillaria cepistipes e Armillaria nabsnona  formano una relazione con la sclerozio di Polyporus umbellatus (Kikuchi e Yamaji, 2010). Recentemente, alcune tecniche di coltura in vitro sono state descritte. Tuttavia queste tecniche rimangono ancora delle procedure sperimentali, ulteriori studi sono necessari per migliorare la produzione e la commercializzazione di questo fungo.

Fonte: Traditional uses, phytochemistry, pharmacology, pharmacokinetics and quality control of Polyporus umbellatus (Pers.) Fries: A review, Ying-Yong Zhao, Journal of Ethnopharmacology.