Auricularia (Auricula Judae) - Funghi Medicinali - Freeland

Auricularia

Nome scientifico: Auricularia auricula-judae. Fungo decompositore saprofita, di colore rosso scuro e consistenza gommosa e gelatinosa.
Cresce su ceppi e rami morenti ed è priva di gambo. Cresce in relazione mutualistica con le piante su cui si sviluppa, ed è ritenuto un fungo che fa micorizza. Ha interessanti proprietà medicinali ed è stato utilizzato per centinaia di anni come rimedio tradizionale popolare.

auricularia

STORIA

In Cina è chiamata mù ér (woo ear – orecchia del legno), in Giappone kikurage (tree-jellyfish – medusa dell’albero) e in Vietnam nâm tai mèo (cat’s ear fungus – fungo orecchio di gatto). L’Auricularia è molto utilizzata nella cucina Orientale ed è presente nei menù dei ristornati Cinesi dove viene chiamato “fungo orecchio del legno” o anche “fungo orecchio della nuvola”. Si trova spesso essiccato in negozi specializzati e quando viene rimesso in ammollo torna ad assumere la sua consistenza gelatinosa. Proprio per questa caratteristica viene anche chiamato “Jelly fungus” (fungo gelatinoso). Negli Stati Uniti, negli anni ’70, quando i ristornati cinesi iniziarono a servire Auricularia, alcuni clienti notarono macchie emorragiche sui propri visi il giorno dopo aver consumato il fungo. Questo fenomeno è stato più tardi soprannominato “Szechwan Restaurant Syndrome” o meglio “Szechwan Purpura”, dal nome del ristorante dove una sera era stata servita Auricularia a un medico ematologo il cui sangue, il giorno dopo, non riusciva a coagularsi.

 

LA LEGGENDA DELL’AURICULARIA

L’Auricularia ha la forma di una coppa semicircolare o ancor più di un orecchio. La leggenda racconta che dall’albero a cui si impiccò Giuda Iscariota, travolto dai sensi di colpa, dopo aver tradito Cristo per 30 pezzi d’argento, cominciarono a sorgere questi strani organismi. Per questo il fungo viene chiamato orecchietta di Giuda o orecchio dell’albero. Il nome anche tassonomico Auricularia significa “orecchio” e auricula-judae significa “orecchio di Giuda”. L’Auricularia auricula-judae e la cugina molto simile Auricularia polytricha sono state utilizzate per secoli in Medicina Tradizionale Cinese in particolare per la cura delle emorroidi e per rinforzare l’organismo grazie alla capacità di potenziare la funzionalità immunitaria. È stata molto utilizzata anche nelle emorragie, nell’anemia, nel trattamento dell’angina e in alcune affezioni gastrointestinali quali la diarrea e le infiammazioni del colon e, come tonico, per l’astenia.

 

CARATTERISTICHE GENERALI

auricularia-2

 L’Auricularia è un fungo che si può trovare durante tutto l’anno, se il tempo si mantiene umido. I corpi fruttiferi, a gruppi numerosi e vicini, si sviluppano per lo più nel periodo che va dal tardo autunno fino alla primavera. Questo fungo è diffuso nelle località più calde delle zone settentrionali temperate. Si insedia su alberi secchi o su parti morte di piante vive, in particolare cresce su tronchi vecchi di sambuco nero, di olmo, acero e sul legno di altre latifoglie. In oriente fruttifica sul mango. È un fungo provvisto di un brevissimo gambo concavo, ha un cappello pendente, la cui superficie interna, rivolta verso il basso, è ricoperta dall’imenio, cioè la parte fertile. Può raggiungere dimensioni dai 3 ai 10 cm. Il colore della superficie esterna è marrone cuoio o può variare dal porporaceo al rosso, e diventa sempre più scura man mano che il fungo invecchia e si secca. Il cappello è ricoperto da una fine peluria che lo rende vellutato. La parte interna sporigena è invece grigia e solcata da venature.

Il corpo fruttifero ha una consistenza elastico-gelatinosa. È liscio, cartilagineo da fresco, duro e increspato quando matura e disseca. Se il tempo è asciutto si raggrinzisce e diventa arido e coriaceo, ma riprende la consistenza originaria appena piove, continuando a diffondere spore. L’Auricularia auricula-judae è un fungo commestibile anche crudo, dal sapore dolce e senza odore.

 

 

tabella-auricularia

 

 

COMPONENTI GENERALI DELL’AURICULARIA

Oltre a molte vitamine e polipeptidi, il fungo contiene importanti minerali quali: potassio, calcio, magnesio, ferro, fosforo, rame e silicio. È ricco in adenosina; contiene la provitamina D, betacarotene, vitamina B1, B2, B3, polipeptidi e polisaccaridi. In particolare è stata dimostrata la sua straordinaria capacità di assorbire il rame dal terreno e quindi di accumularlo.

 

SOSTANZE BIOATTIVE

Il fungo Auricularia auricula-judae contiene:

  • Vitamine del gruppo B1, B2 e B3
  • Provitamina D
  • Betacarotene
  • Adenosina
  • Minerali
    • Potassio
    • Calcio
    • Magnesio
    • Rame
    • Silicio
    • Ferro
  • Polisaccaridi
  • Polipeptidi

 struttura-molecolare-adenosina-trifosfato

 

STUDI SCENTIFICI

Recenti ricerche hanno dimostrato le straordinarie capacità di questo fungo di assorbimento del rame dal terreno e la sua specifica tendenza all’accumulo di questo metallo. Per tale ragione è stato studiato come bioadsorbente di questo metallo per il recupero di sostanze di rifiuto, prima del rilascio nell’ambiente.

 

PER ULTERIORI INFO SU QUESTO FUNGO:

 

FONTI

Stefania Cazzavillan (2011) – FUNGHI MEDICINALI, dalla tradizione alla scienza – NUOVA IPSA EDITORE
Ivo Bianchi (2008) – MICOTERAPIA – NUOVA IPSA EDITORE
Georges M. Halpern – I FUNGHI CHE GUARISCONO – EDIZIONI IL PUNTO D’INCONTRO
Ivo Bianchi (2013) – Il Fungo dell’Immortalità – MOS MAIORUM EDIZIONI