Micoterapia: Funghi Biologici e prodotti controllati

Prodotti controllati

reishiNella scelta di prodotti micoterapici, i funghi medicinali e per un'alimentazione sicura è necessario porre al venditore domande in merito ai punti qui di seguito:

I funghi sono certificati di produzione biologica?

  • Dove si trova la coltivazione?
  • Dov’è lavorato il prodotto?
  • Ci sono informazioni sui metodi di essiccazione?
  • Ci sono informazioni sulla lavorazione?

 L’azienda Freeland srl distribuisce prodotti contenenti funghi medicinali privi di sostanze chimiche, ad esempio, acidi e shock chimici e termici che velocizzano la crescita e degradano le proprietà nutrizionali. Le sostanze chimiche danno impulso al micelio sotterraneo del fungo per far crescere la cappella, cioè il corpo fruttifero carnoso contenente le spore necessarie alla riproduzione. L’impulso generato chimicamente inquina il fungo con sostanze tossiche di difficile eliminazione, oltre a stressare il fungo provocando il rilascio e l’accumulo di micotossine. Lo stress sopportato dal fungo forzato alla crescita improvvisa è analogo all’uso di ormoni per la crescita della massa muscolare di animali d’allevamento con gravi conseguenze per l’alimentazione e la salute della massa della popolazione.

La Freeland srl è impegnata ad offrire funghi di qualità idonea all’integrazione alimentare, i quali sono coltivati secondo il metodo delle tradizioni orientali millenarie come quelle cinese, giapponese e tibetana. I prodotti contenenti funghi biologici garantiscono la massima qualità di Superfood per la varietà e la densità dei loro contenuti nutrizionali e fitochimici.

I funghi medicinali sono certificati biologici secondo normative europee rigorose che garantiscono la provenienza locale e la qualità. Le coltivazioni biologiche devono essere prive di sementi e organismi geneticamente modificati. A questo fine tutte le colture sono situate in ambienti selezionati per l’equilibrio dell’ecosistema. Il controllo d’insetti e parassiti avviene senza l’impiego di pesticidi o altre sostanze chimiche e il suolo è concimato utilizzando letame, verdure di scarto, potature, oppure con il compost, un misto di sostanze completamente naturali e biodegradabili.

I funghi medicinali devono essere essiccati in ambienti strettamente controllati, privi d’umidità per evitare la formazione di aflatossine, muffe cancerogene, e altri germi che possano provocare epidemie ed infezioni, senza la necessità di ricorrere a procedure di filtrazione superflue e snaturanti delle proprietà naturali.

I prodotti delle linee Synergistics ed Extracts sono costituiti da capsule di funghi medicinali provenienti da coltivazioni biologiche spagnole: i funghi crescono su legni nobili di castagno e quercia centenaria, faggi, noci, platani e altre latifoglie, sotto un bosco di castagni sulla costa Atlantica della Galizia. Questi prodotti sono sottoposti ad essiccazione controllata e successivamente selezionati, concentrati ed estratti a temperature basse o moderate e filtrati con veicoli d’estrazione altamente purificati che mantengono le proprietà biologiche e fitochimiche dei funghi.

I prodotti della linea Fructi-in-Toto contengono funghi medicinali provenienti da coltivazioni tedesche biologiche. I funghi in toto vengono essiccati in ambienti privi di germi e d’umidità e successivamente selezionati, tritati a freddo per preservare tutti gli enzimi, senza essere filtrati oppure concentrati, bensì semplicemente polverizzati ed incapsulati. Questi prodotti preservano l’equilibrio fitochimico del fungo originario e si adoperano all'applicazione terapeutica secondo le metodologie tradizionali.

 

Foto: Coltivazioni biologiche di Galizia, Spagna.

Dal risanamento ambientale alla micoterapia

consumi funghi 01-bNé piante né animali, ma esseri viventi peculiari, da poco inseriti in un regno a parte denominato appunto regno dei funghi. Organismi che, si è scoperto, svolgono un ruolo essenziale nell’equilibrio dell’ambiente ma anche per la salute dell’uomo. I funghi esercitano infatti un’azione rigenerativa, sia per l’ecosistema che per l’organismo umano. Ecco perché da qualche anno vengono utilizzati per ripulire ambienti inquinati, per rendere più fertile il suolo, per far crescere gli alberi più velocemente. Ma sono in grado anche di proteggere alcune colture da agenti patogeni e stress ambientale, riducendo il consumo di fitofarmaci e fertilizzanti. È quanto si vorrebbe fare nella Svizzera italiana con Mycofarm, un progetto proposto dalla SUPSI alla CTI (Commissione svizzera per la tecnologia e l’innovazione).

Il regno dei funghi è anche una vera e propria farmacia, dall’importante potere curativo – come i cinesi, e non solo loro, ci insegnano da millenni. Un patrimonio di conoscenze che in questi anni la scienza ha cominciato a far proprio. Ce lo racconta la biologa molecolare Stefania Cazzavillan, esperta di micoterapia: una nuova branca della fitoterapia che apre promettenti indirizzi di ricerca, soprattutto in materia di prevenzione e cura di tumori e malattie degenerative.

OSPITI
Pamela Principi, microbiologa, ricercatrice presso l’Istituto CIM per la sostenibilità nell’innovazione della SUPSI
Stefania Cazzavillan, biologa molecolare, presidente International Mycotherapy Institute IMI, autrice di Funghi medicinali. Dalla tradizione alla scienza, Nuova Ipsa Editore, 2011
Programma radio di Clara Caverzasio Tanzi (durata 24'59")